CIBO E TINTARELLA: COSA FARE PRIMA DI SDRAIARCI AL SOLE

Estate è sinonimo di abbronzatura, quel momento (spesso lungo diverse ore al giorno e per più giorni) in cui ci sdraiamo al sole con lo scopo di rilassarci e di “prendere colore”, di tornare a casa dalle vacanze con una tintarella da far invidia. Ma prima di cominciare ad abbronzarci sono necessarie delle precauzioni: oltre agli immancabili filtri solari (diversi a seconda del tipo di cute e capigliatura), una corretta alimentazione può metterci al riparo da possibili danni alla nostra pelle.

Ma andiamo con ordine. Prima di tutto domandiamoci: cos’è labbronzatura? Semplice, l’abbronzatura è il risultato di unazione di autodifesa del nostro organismo. Quando la cute viene attaccatadai raggi solari, produciamo melanina, un pigmento che colora la nostra pelle per proteggerla. Una volta prodotta, poi, la melanina si trasferisce allo strato più profondo dell’epidermide, con l’intento di assorbire e neutralizzare i raggi ultravioletti.

Torniamo ora la rapporto tra alimentazione e abbronzatura. Per ottenere una tintarella perfetta, omogenea e durevole, far attenzione a ciò che mangiamo è necessario. Prima di esporci al sole, per preparare la nostra pelle ai raggi solari è consigliato il consumo di frutti e vegetali di colore prevalentemente giallo-arancio (ma non solo), ricchi di betacarotene. Si tratta di una sostanza che dopo essere stata assunta con l’alimentazione, si deposita nei tessuti adiposi e nella cute conferendo la sua colorazione tipicamente arancione, la quale unendosi al colore bruno della melanina sarà in grado di regalarci una corretta tintarella bronze.

Il betacarotene permette inoltre di mantenere la pelle idratata e aiuta il processo di riparazione dei tessuti in caso di scottature ed eritemi solari. Troviamo questa sostanza in: carote, pomodori, melone, ravanelli, peperoni rossi, papaia, albicocca, mango, fragole e ciliegie; ma anche nel prezzemolo, nella rucola, negli spinaci, nella lattuga e nel radicchio. Nel periodo precedente l’esposizione al sole è consigliato consumare quotidianamente almeno 100g di uno o più di tali prodotti, a cui aggiungere, tre giorni alla settimana, un centrifugato di 3 carote, 15 pomodorini e 2 ravanelli.

Per approfondimenti e informazioni: segreteria@studiorinaldi.com; 02 76 0060 89

Recent Posts
Mare e capelli