SOLE E CAPELLI: 10 REGOLE PER SALUTE E VITALITA’

È scientificamente provato che un’errata esposizione al sole può comportare un’imponente caduta di capelli. I raggi ultravioletti, infatti, possono portare il bulbo ad uno stato di morte precoce (la cosiddetta fase telogen). Si tratta di una situazione che può verificarsi indipendentemente dalla massa e dalla lunghezza dei capelli, a maggior ragione per il fatto che le nostre teste sono esposte al sole durante tutto il periodo primaverile-estivo, non solo durante le vacanze. Il rischio di tumore alla pelle del cuoio capelluto in chi non ha molti capelli, poi, è decisamente alto per la continua e involontaria esposizione al sole.

Fortunatamente ci sono alcune buone pratiche, che potremmo tranquillamente definire regole, da seguire al fine di proteggerci dalle indesiderate – e a volte purtroppo infauste – conseguenze di un’esposizione al sole senza nessuna specifica precauzione. Ne proponiamo dieci, 10 regole seguendo le quali potremo essere molto più tranquilli per la salute e la vitalità di capelli e cuoio capelluto.

  1. Prima di esporsi ai raggi ultravioletti, utilizzare prodotti ad alta protezione solare, specifici per capelli.
  2. Dopo l’esposizione, impiegare prodotti adeguati per contrastarne la secchezza.
  3. Quando possibile, meglio indossare un cappello, e se l’esposizione è particolarmente prolungata, conviene usare cappellini trattati con filtri specifici (li vendono in farmacia) che assicurano una protezione del  99% (mentre i normali cappellini di cotone lasciano passare almeno il 60% dei raggi solari).
  4. Quando i capelli sono esposti a sole, acqua di mare e vento, oppure quando si suda molto, li si può lavare anche tutti i giorni, con shampoo delicati o shampoo-balsami.
  5. Il taglio dopo l’estate è utile per eliminare le eventuali doppie punte: sono le zone di più facile rottura del fusto dovuta ai danni ambientali che subisce.
  6. Meglio applicare i colpi di sole dopo l’estate, perché il capello decolorato è più vulnerabile all’azione dei raggi solari; anche i capelli  biondi, per la particolare melanina che li caratterizza, sono più fragili e vanno protetti più dei capelli scuri.
  7. Per prevenire la caduta autunnale, è necessario limitare l’esposizione al sole, “trattare” bene i capelli e assumere antiossidanti per bocca.
  8. Prima dell’estate, è utile assumere integratori che contengono antiossidanti come il sulforafano (derivato di crucifere, cavolfiore e broccoli) nonché l’acido ellagico (contenuto nel melograno) e proteine (come la taurina, la fenilalanina  e il triptofano: aminoacidi degli strati esterni del fusto in grado di proteggerlo).
  9. Se non ci sono patologie concomitanti (in particolare l’alopecia androgenetica) i capelli di uomini e donne vanno protetti allo stesso modo e le cure non differiscono molto, ma gli uomini sono meno sensibili alla cura dei loro capelli e risultano quindi più esposti a conseguenze negative; perciò si consiglia agli uomini di fare più attenzione.
  10. I bambini vanno protetti in modo particolare, e a tal fine sono senza dubbio molto utili i cappellini pretrattati con filtri solari, che garantiscono una protezione pressoché totale e sono sicuramente più pratici.

 

Recent Posts
immagine labbra herpes