Tricologia internistica e Terapia tricologica, manca poco al Congresso internazionale

Come prevenire una aritmia potenzialmente mortale guardando i capelli e le mani di un bambino? Come diagnosticare precocemente un tumore sempre attraverso l’analisi dello stato di salute dei capelli? Sono due degli argomenti principali che l’1 ottobre, a Milano, verranno affrontati durante la prima sessione del Congresso Internazionale di Tricologia Internistica e Terapia Tricologica, da noi organizzato con il patrocinio dell’Università di Brescia.

Nella prima sessione del congresso, insomma, verranno affrontate tematiche principalmente riconducibili al fatto che i nostri capelli possono (e di fatto sono) specchio della salute generale del nostro organismo. Oltre a tali tematiche, poi, nella seconda sessione affronteremo alcuni aspetti di terapia tricologica, insieme agli illustri relatori e colleghi presenti.

Si effettuerà quindi una review del trattamento con fattori di ricrescita PRP (plasma ricco di piastrine). Lo si farà a partire dalle loro indispensabili basi di biologia e fisiologia, per fornire consigli su come impiegarli al meglio in campo tricologico, dopo anni di esperienza clinica in tal senso. Vedremo poi alcune casistiche di loro utilizzo, ad esempio per contrastare l’alopecia androgenetica e l’alopecia cicatriziale.

Infine, avrà luogo una tavola rotonda, le cui tematiche verteranno attorno alla terapia medica dell’alopecia androgenetica. Considereremo gli effetti indiscutibili della finasteride e degli integratori specifici, ma al contempo rifletteremo sulla reale consistenza dell’allarme al loro impiego, che sta imperversando online e che spesso condiziona la scelta di dermatologi e pazienti.

Recent Posts