Arriva il freddo: arrivano i geloni

Quando arriva il freddo (spesso) arrivano anche i geloni. Si tratta di una risposta della nostra pelle – una reazione cutanea – all’esposizione alle basse temperature seguita repentinamente dall’esposizione a temperature ben più calde.

In sostanza, il rischio d’insorgenza dei geloni deriva dal passaggio dal freddo dell’aria aperta alle temperature ben più elevate dei locali chiusi e riscaldati: abitazioni, uffici, negozi… Avviene questo: i vasi sanguigni, esposti alle basse temperature, si contraggono; quando vengono repentinamente esposti alle alte temperature, invece, altrettanto rapidamente si dilatano.

Se tale passaggio avviene troppo velocemente, i vasi sanguigni possono rompersi. Di conseguenza, si verifica una piccola fuoriuscita di sangue dai vasi, la quale può generare un’infiammazione e appunto il presentarsi dei cosiddetti geloni sulla cute.

Come fare per evitare tale problematica? Sembra senz’altro banale, ma prima di tutto è necessario fare ben attenzione ad essere sempre adeguatamente coperti. Ciò aiuta infatti a mantenere il nostro organismo in un buon equilibrio termico rispetto all’ambiente esterno.

Tuttavia ci sono altre strade per tenere sotto controllo i geloni. Una di queste è l’alimentazione, attraverso una dieta-tipo in grado di prevenire il loro insorgere. Come la seguente:

Colazione: 4 biscotti secchi e caffè.

Spuntino di metà mattina: centrifugato di sedano, carote e zenzero.

Pranzo: riso integrale con crema agli asparagi, per contorno cavolfiore, un kiwi.

Spuntino di metà pomeriggio: 3 fette di ananas.

Cena: trancio di tonno ai ferri, spinaci come contorno.

Prima di coricarsi: 1 tisana a base di biancospino, centella asiatica e ribes nigrum.

Recent Posts